UNO STRANO MODO DI AMARE I CANI


CESAR MILLAN VANIFICA IL NOSTRO LAVORO

Cesar Millan

gesto "cafoniano" a parte, guardate l'espressione del cane. Credetemi...vorrebbe essere da tutt'altra parte!!

Da qualche settimana va in onda su Sky, più precisamente su  National Geo Wild, il programma di questo “signore”. Dog Whisperer è il titolo della serie che vanifica il duro lavoro degli ultimi 20 anni portato avanti da educatori, istruttori, veterinari comportamentalisti e altre categorie che si battono per diffondere invece una cultura cinofila basata sulla conoscenza e valorizzazione del cane. I metodi utilizzati in questa trasmissione sono altamente coercitivi e pericolosi sia per l’uomo che per il cane che viene considerato come un robot, privo di emozioni, di cervello, incapace di pensare e viene terrorizzato. Questa serie è deleteria per tutti, compresi i bambini sui quali può influire negativamente.

Personalmente mi sto attivando in varie direzioni per far cessare ‘sto schifo e so che altri colleghi stanno facendo lo stesso.

Aiutateci anche voi, scrivete, telefonate alle varie associazioni – ENPA, LAV, AIDAA, OIPA e altre ancora. Scrivete anche all’Onorevole Francesca Martini, alla Gelmini (si tratta di istruzione), al Dipartimento per le Comunicazioni. Insomma…veramente “NON STIAMO A GUARDARE”

Ce lo chiedono i nostri cani: le riprese  parlano chiaro. Le loro espressioni, le loro posture, i loro segnali per noi del settore sono chiari, forti. I cani hanno paura, sono a disagio, gli si usa violenza. Facciamolo smettere!!


Tags: , , , , , , , , , ,  

123 Commenti

  1. ProMillan

    Non ci sono violenze e maltrattamenti. Lui parla di energia di lider. Senza lider cane perso e stanco. Con lider va avanti tranquillo e non aggitato. Ho provato technica di Millan sul impone energia per il cane che tirava sempre, perche senpre era aggitato e dalla strada tornava piu aggitato di prima. Dopo camminata con me , inseime con me e non avanti (10 minuti tirava, ma non sono andata conm lui e doveva calmarsi e aspettare mia decisione) tornato calmo e tranquillo come dopo lunga medirazione. Si vedevo subito che mente e riposata, perche non doveva fare decisione per conto suo e fidava di chi lo porta a spasso.
    Grazie Millan ho capito che cosa vogliono cani- cani vogliono capo branco un padrone, che li permette vivere felici e contenti, senza nessuna preocupazione. Maltrattamento-quando gente prende cane e non sa cosa fare con lui..

    Se questo discorso contro Millan e una trovata pubblicitaria per il vostro servizio- complimenti. Bella trovata, fare lavoro sulle spalle degli altri.

  2. ma avete visto chi critica il metodo di Millan? Guarda caso ‘esperti’ che avevano proprio pubblicato un libro in quel periodo e addirittura un giornalista cinofilo che neanche ha un cane! Ed i video? Tutti montati ad hoc per stravolgere la realtà senza che nessuno poi specificasse che per alcuni cani già era segnata la data per la soppressione! Certo,hanno molto più credito di Millan,contenti voi!

  3. Leggendo l’ultimo commento porgo una risposta consona all’osservazione sullo stato di sbigottimento del cane,dopo che Millan ne corregge il comportamento.L’espressione è quanto di più normale possibile visto che trattasi di un animale che mai è stato corretto nel giusto modo ed al quale è stato permesso,volontariamente o no,di perseguire un comportamento errato,nocivo per il cane stesso che per il padrone o chi li circonda.Ricordiamoci che viviamo in un mondo,grazie al cielo,che necessita di regole che vanno rispettate e,se vogliamo tirare dentro al nostro mondo un animale,deve,in qualche modo,sottostare alle leggi,naturali od imposte,di questo nostra società. Permettere ad un cane di fare quello che vuole,credendo,a torto,che sia l’emotività a muoverlo,è dannoso per il nostro come per il loro modo di vivere. Stress,angoscia,ossessioni,si ripercuotono su di noi e sull’animale e,se in noi sappiamo riconoscerli,ce ne sfugge l’espressione nel cane,facendoci cadere in comportamenti errati che incoraggiano stati negativi del cane. Mi permetto di replicare all’affermazione della signora/signorina Laura ma,i metodi di Cesar Millan sono in costante evoluzione e non certo fermi a 10 o 20 anni fa,tutt’altro,visto che esegue corsi di aggiornamentoi annuali presso prestigiosi centri di addestramento,correzione e salvaguardia dei cani,tra America e Messico. Di contro,siamo noi in Europa,in Italia molto di piò,che siamo indietro anni credendo di andare avantio con l’umanizzazione a carattere prettamente egoistico ed egocentrico dei nostri amici a 4 zampe,noncuranti dei danni che provochiamo rompendo l’equilibrio naturale di cui madre natura predispone gli animali. Ed è proprio per queste colpe,negligenze e comportamenti del tutto non idonei che entra in campo Millan,il quale,più volte ha ripetuto che non esistono cani cattivi o stupidi ma padroni inconsapevoli ed errati,ribadendo che,prendere con se un cane,comporta ben più sacrifici e doveri che un bambino col quale la comunicazione si instaura e cresce negli anni,evolvendosi e forte di un linguaggio e regole globali. Detto questo,credo che se esistesse un Millan in Italia,sarebbe una mano santa per tutti quei cani che finiscono abbandonati o soppressi per problemi che ci ostiniamo a credere risolvibili col solo amore,senza la minima razionalizzazione di ciò che realmente il cane chiede o necessita. Amare un cane significa sì dargli amore ma,in primis,dargli un equilibrio idoneo per vivere nel nostro di mondo,in modo che possa godere di una vita sana ed idonea al suo essere cane nella nostra società di regole e uomini.
    F.C.

  4. Ciao Laura, hai mai provato a scambiare le tue opinioni direttamente con lui?
    Per quel poco che si vede (come hai già detto sono tutti frame che riassumono i tempi) non mi pare di avere le carte per giudicare né in bene né in male, benché, lo ammetto, le sensazioni che si sentono nel guardare il programma siano positive.
    Non so quanta forza usi nei suoi gesti ma, ponendomi nella stessa situazione e magari dalla parte del cane, credo sia normale che molti degli animali a un certo punto abbiano uno sguardo confuso: arriva un estraneo e non permette loro di fare quello che vogliono…e i padroni lasciano fare!
    Dici che il maltrattamento è evidente…mah, io non avrò l’occhio clinico, però a fine puntata non mi sembra che soffrano, né loro né i padroni. Vedo che sono meno “emotivi” e forse la cosa un pò dispiace… ma lo vediamo anche noi umani in un mondo come questo: la troppa emotività distrugge. Ciao

  5. Mi sono permessa di omettere l’ultima parte del tuo commento perchè conteneva volgari insulti e in quanto perbenista (secondo il tuo modo di vedere), non lo trovo corretto. In merito all’educazione cinofila innovativa bisogna considerare che è Cesar Millan il primo a rifarsi a tecniche che risalgono ancora ad un ventennio fa. Visto che studi scienze naturali, saprai benissimo che di naturale per i nostri cani, purtroppo per loro, non esiste niente. Sempre rimanendo in tema di perbenismo, giusto per continuare ad esserlo….non pubblicherò la tua replica. Saluti a te.

  6. Solo invidia. Nient’altro che invidia e supponenza. Ma è sempre stato così.. Ovunque e in ogni epoca, chi aveva punti di vista nuovi e innovativi è stato criticato/emarginato/discriminato/penalizzato. Dai vari commenti estrapolo un melenso perbenismo e un noioso buonismo. Mi vengono in mente gli animalisti che parlanoparlanoparlano e non hanno mai visto una gallina viva. Tanta retorica, poca sostanza. Studio Scienze Naturali e mi piace Millan, lo trovo interessante. Personalmente amo gli animali, non li mangio e non uso pelle o cuoio. Non ho animali in casa. In vita mia ho conosciuto diverse persone con cani, che ne capiscono davvero poco. I cani sono animali non-umani, gli uomini sono animali umani. Non mischiate le cose.. Saluti

  7. E’ solo questione di tempo. Verranno fuori tutte le sue magagne. Mi spice solo che nel frattempo chi ne subisce le consenguenze sono i cani.

  8. un salve a tutti, prima di criticare il metodo di Millan vi consiglio di leggere almeno un suo libro, io ho letto Cesar’s way (non ricordo il titolo italiano), dove lui racconta la sua storia ed in parte i metodi che usa.
    Ribadisco una cosa che in molti hanno già detto, Millan predica sempre di non usare la violenza con i cani, su questo è categorico. Un NO deciso del padrone deve essere in grado di bloccare gli atteggiamenti sbagliati del cane sul nascere, prima che possa fare danni senza usare la violenza. Per arrivarci ci vogliono tanta dedizione e regole precise che il cane dovrà imparere a conoscere e seguire.
    Il suo metodo si basa tutto sul comportamento che deve avere un buon capobranco. Se il cane non riconosce il padrone come “capo” agirà sempre a SUO modo, senza regole, il che comprende salire sul vostro divano o sul lettone, saltare addosso ed inzaccherare i vostri ospiti, mordere i cani del vicino o il postino, distruggere le vostre scarpe, scavare in giardino …e fin qui mi riferisco solo a cani che NON HANNO SERI problemi comportamentali. Essere un buon capobranco significa, tra l’altro, essere una persona equilibrata, occuparsi del cane con dedizione e non solo quando ne abbiamo voglia, in maniera ferma e decisa. L’energia repressa dei cani è per lui fondamentale, scaricarla significa avere un cane equilibrato che rispetterà le regole della casa, della famiglia e non darà problemi. Pensate ad un pitbull rinchiuso tutto il giorno in un appartamento in attesa che il padrone torni a casa. Quanta energia accumulerà secondo voi? Energia che potrebbe essere sfogata (se va bene) rosicchiando il tappetto, le pantofole o le gambe del tavolo…avete presente la mascella di un pit? Io si. Tra i miei 7 cani c’è Agatha, una pit di quasi 40 kg che è stata abbandonata vicino casa mia, tanti anni fa. Qualsiasi ,cane..dallo yorkshire al rottweiler ha bisogno di scaricare la propria energia. Passeggiare, correre, giocare…ogni cosa pur di far uscire quell’energia trattenuta. Lui dice che non basta avere un giardino…anche se fosse grande tanto quanto la tenuta di Balmoral della famiglia reale inglese. Il padrone DEVE portare fuori il cane a passeggio, è fondamentale. Tutti noi vediamo che una volta rientrati a casa dalla passeggiata i nostri cani bevono e poi si vanno a stendere, stanchi si…ma contenti e rilassati, in quel momento non esistono scarpe da rosicchiare, persone cui saltare addosso, bambini o gatti da rincorrere… Sono in pace con il mondo.
    Altra cosa fondamentale per Millan: Il padrone deve dare regole precise al cane, mai contrastanti (se non si vuole che il cane salga sul divano non ci dovrà MAI salire, deve essere un NO categorico. Se lo facciamo salire una volta si, perchè in quel momento siamo in vena di farcelo stare e 4 volte no, il cane non capirà cosa vogliamo da lui e quindi sarà inutile sgridarlo e lui capirà che può fare quello che vuole, quando vuole e che noi siamo solo pazzi isterici :) . Millan usa la tecnica del branco anche per recuperare cani con gravi problemi comportamentali. Addirittura cani che sarebbero destinati alla soprressione perché ritenuti pericolosi per gli esseri umani. Il suo branco è formato da circa 40/50 cani, si va dal chihuahua, ai pitbull, ai pastori tedeschi, ai rottweiler tanto per fare nomi di cani che spesso vengono considerati borderline. Cani che vanno a spasso insieme, che giocano e mangiano insieme. Come in un branco. Qualcuno di voi parla dei metodi violenti di Millan, beh lui fa l’esatto contrario. Educa i cani, premiandoli invece di usare metodi violenti. Vi faccio un esempio, i suoi cani mangiano tutti insieme, un sistema che usa per educarli al momento della pappa è quello di far mangiare prima i cani che meno fanno casino (le regole del branco) Quello che meno scalpita verrà servito per primo, quelli che fanno casino saranno gli ultimi. Con il tempo il messaggio arriva. Arrivo al video che hai linkato e che mostra una cosa che Millan cerca di usare il meno possibile, l’atto della sottomissione…,fisica, di un gragario al capobranco. La usa solo in casi estremi, quando il cane è aggressivo e pericoloso (e quello pare esserlo, visto come ha tentato di mordere nonostante la museruola? ), è il metodo che usa per fargli capire che non è lui a comandare ma qualcun altro. Avrete anche voi visto una cosa che succede spesso quando due cani s’incontrano…uno dei due si stende sul lato e mostra la pancia all’altro…quello è l’atto di sottomissione naturale, uno dei due riconosce che l’altro è più forte e quindi si sottomette a lui. Pensate che una volta tornato a casa il cane sottomesso ci rimugienrà sopra e architetterà un modo per vendicarsi la prossima volta che lo incontrerà? Assolutamente no. Questi sono atteggiamenti umani. Invidia, rancore, odio, supremazia, voglia di potere…gli animali non hanno questi sentimenti. Nel branco esiste l’alpha e poi i gregari. Un gregario non è invidioso del maschio alpha, non trama per avere il suo potere, accetta naturalmente di sottomettersi a lui. Quando un gregario sfida l’alpha il perdente ne subirà le conseguenze, come natura vuole.

  9. se SEI GELOSO perchè NON HAI E NON AVRAI MAI LE CAPACITA’ DI CESAR non devi attaccarlo, comprati un PELUCHE…….! RIDICOLO!!!!!!

  10. Melvina Allinger

    I’d be inclined to engage with you one this subject. Which is not something I typically do! I really like reading a post that will make people think. Also, thanks for allowing me to comment!

  11. Siete tutti ridicoli.. se non sapete le cose non parlate!
    Diffamare così una persona è schifoso!

    IO DICO SI A CESAR MILLAN!

    Sono nell’ambiente della cinofila da molto, ho conosciuto molte persone, e CESAR MILLAN è IL MIGLIORE!

    LASCIAMOLO IN PACE!

  12. Vergognoso che scriviate cose del genere.

    Se qualcuno di voi avesse visto quell’episodio saprebbe che quel cane era terrorizzato ad uscire di casa perchè nato in campagna e una volta che il suo padrone l’ha portato in città il cane divenne terrorizzato da qualsiasi cosa.

    Cesar stava solo cercando di calmarlo e aiutarlo a trovare un po’di sicurezza, vi assicuro che non ha usato nessun tipo di violeza e che al cane alla fine della puntata gli era tornato il sorriso che aveva perso molto tempo prima!
    Il gesto non era probabilmete volontario. Io guardando l’episodio non me ne sono nemmeno accorta!

    Smettetela di buttare fango su Cesar. Preoccupatevi di quelle persone che maltrattano seriamente gli animali.

    Cesar Millan è un vero professionista e come capisce i cani lui, non lo fa nessuno!

  13. Mi scuso ma non ho capito il senso di una risposta,se c’è stata,al mio post.Da parte mia credo che salvare cani dalla soppressione programmata da proprietari ignoranti o incapaci,non mi pare questo dramma e la violenza che viene fatta notare,ma che molti non vedono,è relegata al comportamento di un capobranco in natura,in maniera decisamente molto più lieve da Cesar Millan: lui non morde veramente il cane,simula qualcosa che riporta il cane gregario ad essere sottomesso al capobranco.Ancora non capisco cosa ci sia di così sbagliato,usare la giusta psciologia con gli animali e non trattandoli come uomini,unod degli errori che creano problemi comportamentali negli animali,non solo cani.Credo che la cosa stia prendendo una piega ridicola di presa di posizione a prescindere e,sono sicura,passerà inosservata se non derisa da associazioni serie,come la stessa sede LAV di Roma ha deriso la questione quando l’ho sottoposta ad analisi.Mio modesto parere,naturalmente,uno è libero di pensare ed agire nella più piena libertà,anche nell’errore.Grazie.Giulia.

  14. A… in merito alle correzioni ortografiche, non è la mia superiorità che voglio far notare ma il grado di cultura della persone che ammirano Millan, il tenore delle loro risposte, gli insulti, le parolacce contenute nei loro commenti. Evidentemente un nesso c’è…

  15. Rispondo anche a te come ho risposto a Giulia quindi l’indirizzo del filmato lo conservo per quando avrò tempo di pubblicarlo, commentarlo e farlo commentare ad altri. Non preoccuparti, verrà ampiamente diffuso!! Grazie anche a te, davvero, ti sono molto riconoscente e se riesco faccio anche la traduzione in italiano. Vale la pene perdere qualche ora di lavoro per diffondere una cultura cinofila che valorizzi l’animale e non che lo annienti come fa invece il tuo idolo.
    Dedicherò un post solo a quel filmato perchè merita di essere visto. Non solo; lo trasmetterò a tutte le asociazioni possibili e immaginabili. Grazie, davvero grazie per averci dato un’ulteriore conferma dell’incompetenza e della pericolosità di questo tizio.

  16. Dedicherò un post solo a quel filmato perchè merita di essere visto. Non solo; lo trasmetterò a tutte le asociazioni possibili e immaginabili. Grazie, davvero grazie per averci dato un’ulteriore conferma dell’incompetenza e della pericolosità di questo tizio.

  17. Giulia V.

    A parte la discussione di cui ho letto poco e niente,per dovere di cronaca e di informazione regolare,ci tenevo a precisare che la foto in questione è presa da una puntata in cui il cane con Millan,dopo un traferimento dalla campagna alla città,era terrorizzato da qualsiasi cosa incontrasse per strada durante le passeggiate col padrone.Se notate bene,Cesar Millan gli tiene alzata la coda per infondergli fiducia,per questo lo sguardo terrorizzato del cane: in quel momento stava sopraggiungendo una mamma con figlio nella carrozzina,cosa che terrorizzava il cane.Dopo la correzione del comportamento e la ripresa di fiducia da parte del cane,il proprietario ha potuto addirittura andare a spasso in rollerblade col proprio cane.Il simpatico gesto di Cesar era rivolto al cameraman durante un’amichevole e scherzosa conversazione,niente di ché.La puntata è stata trasmessa settimana scorsa su Cielo.Spero che l’informazione sia gradita.Grazie.Giulia

  18. Eccolo il famosissimo frame, che ritrae Cesar col medio alzato, in una situazione normalissima e non a fini di disprezzo o cafonaggine!
    Io suppongo che Laura stia solo cercando di infangare Cesar, arrivando a gesti subdoli come quello di ritrarre un personaggio in cattiva luce, non reali per giunta, e adottando anche misure di censura verso persone che dicono la loro magari citando le metodiche di Cesar!

    Dalle parole di Laura riesco a intravedere un carattere POLEMICO ingiustificato(forse creato da insoddisfazioni lavorative), di SUPERIORITA’ che va contro le sue parole visto che predica uguaglianza e amore mentre lei CENSURA(tutt’altro che DEMOCRAZIA) e SOTTOMETTE i suoi lettori attraverso la CORREZIONE ORTOGRAFICA (gesto che implica superiorità intellettuale) e PRESUNTUOSO continui sempre a ripetere quanti anni hai fatto di studi, ma questo non implica non dover più studiare, aprrofondire gli argomenti lavorativi e SAPERE TUTTO!

    RICORDATI un bravo professionista (dottore, psicologo, architetto, scienziato etc.) non ha mai la PRESUNZIONE di sapere tutto, ma al contrario la COSCIENZA di non sapere ABBASTANZA, e solo con un costante impegno nello studio si ha la possibilità di essere una persona migliore. Un dottore puo essre bravo quanto vuoi ma se non si aggiorna sulle ultime cure o non va a rivedere cure datate ed obsolete per migliorarle, non sarà mai un vero dottore!
    Questo è per dirti che devi essere più aperta mentalmente e prima di infangare gratuitamente persone che non conosci, prendi i loro insegnamenti provali e poi reputa se sono sbagliati o meno.

    In più la tua ignoranza verso Cesar ci dimostra come il tuo sia solo un’antipatia personale e non un giudizio fondato su fatti reali!!!

    Ecco la dimostrazione che sia un personaggio dedito alla sua attività, sicuramente amante di queste magnifiche creature e senza dubbio MOOOLTO(ma mooooooolto) più impegnato SOCIALMENTE di te!!!
    le informazioni di seguito sono materiale preso da WIKIPEDIA

    Nel 2007 Millan ha fondato una associazione no-profit, la Millan Foundation, che ha come missione la riabilitazione e il soccorso di cani abbandonati e maltrattati e favorire le relazioni tra cani e persone. In più finanzia programmi di castrazione e sterilizzazione di cani per ridurne o eliminarne la sovrappopolazione.
    Progetto “Shelter Stars”: si prefigge di aiutare i canili sottoscritti ad insegnare l’educazione base e i rudimenti di psicologia canina a chi adotta: regalando un libro e una serie di dvd istruttivi di Cesar Millan.
    Progetto “Spay And Neuter”: nato per diffondere la cultura della sterilizzazione e della castrazione per evitare che tanti cani e gatti, 5 milioni ogni anno, finiscano per essere eliminati. Per far questo vengono distribuiti volantini, affissi poster a colori, mandati spot televisivi e vengono fatte campagne di informazione presso le scuole.
    Progetto “Mutt-i-grees Curriculum” in collaborazione con North Shore Animal League e Yale University’s “School of the 21st Century.”: Permette un approccio innovativo alla formazione umana degli studenti nelle aree di “Intelligenza emotiva e abilità di socializzazione”. La fondazione Millan insegna come prendersi cura degli altri, mostrando empatia e rispetto, costruire relazioni e agire eticamente e responsabilmente – nelle loro interazioni con i pari, gli adulti e con gli animali. Inoltre pone l’attenzione del pubblico e dei media sulla situazione dei cani e dei gatti nei rifugi per le adozioni.

    Un saluto a tutti gli amanti del cane!!!
    E grazie a Cesar che ha saputo diffondere nel mondo insegnamenti preziosi per una vita migliore col nostro amico cane!!!

  19. Mi scuso ma,non so per quale problema del blog,io non visualizzo il mio commento precedente,non essendo un tecnico informatico… essendo invece un volontario da 20 anni presso un canile privato con oltre 2400 cani,rispondo così al suo “gentile” commento,specificando che,prima di rapportarsi col mondo animale,forse dovrebbe imparare l’educazione con cui ci si rapporta agli esseri umani e,sicuramente,perde più tempo lei a rispondere a tutti,piuttosto che dedicare il suo tempo ai suoi cani (se ne ha),che io a scrivere 3 volte e sentirmi anche subdolamente offeso,con pessime battute da una persona che non sa nulla di me. Complimenti,ha ragione: scrivere in un blog del genere è una perdita di tempo.

    Bruno (31 cani e 8 gatti e 2 tartarughe), Floriana (27 cani), entrambi volontari per 3 ore al giorno presso il rifugio “AdC”.

    Buona perdita di tempo,dietro a Millan.

  20. Volevo dire “appunto, occupiamoci di cose più vicine e reali” Tutti!!! Sicuramente il tempo impiaegato a scrivere questi commenti sarebbe stato meglio impiegato se si fosse dedicata al suo cane, ammesso ne abbia uno.

  21. MI sa che predicate bene e razzolate male. Il Suo commento è stato pubblicato ma non ho ritenuto di dover replicare in alcun modo.

  22. Mi spiace vedere che il mio commento non sia stato pubblicato. Cmq,vedo che c’è una sorta di imputazione verso Cesar Millan come se lui fosse responsabile di padroni idioti che in Italia lo imitano quando lui per primo raccomanda di non usare i suoi metodi se non assistiti da personale esperto. Ripetete che non esistono cani cattivi, ma pazzi sì, magari non per colpa loro, magari perché la natura non è così perfetta a volte, e che i cani sono lo specchio di ciò che è il padrone… e perché nel caso di padroni idioti che fanno quello che Cesar Millan sconsiglia di fare, la colpa è sua?!? C’è un pò di incoerenza,credo… Se lui è bravo con gli animali, visto che ha vissuto fin da piccolo in mezzo ad animali di ogni tipo ed ha una conoscenza pluri decennale,non vuol dire che siamo tutti potenziali Cesar,o no?!? Allora se io guardo Hell’s Kitchen e inizio a cucinare imitando Gordon Ramsay e mi taglio di netto due dita,la colpa è sua perché divulga culinaria?!? Credo ci sia ben altro di molto più negativo verso cui rivolgersi… poi fatevi un giro a leggere la sua carriera,cosa ha fatto e fa e le risposte a varie critiche,prive di fondamento: http://it.wikipedia.org/wiki/Cesar_Millan

    P.S: falso anche il fatto che Millan usi (solo) guinzagli a strozzo. Usa quello che il padrone ha e,del resto,se il cane ha un giusto comportamento come il padrone,il collare a strozzo,se non in tiro in maniera costante e ripetuta,non porta problemi: se il padrone è un incapace ed il cane lasciato allo sbaraglio,viva Millan! Altro motivo per ammirare il fatto che riesca ad insegnare a padroni e cani il rapporto col guinzaglio e la camminata.

  23. Non ho capito la risposta, ma va bene. Ho visto certi video “incriminati” e c’è da sottolineare ancora la stessa cosa: se un cane è violento e rischia la soppressione da qui ad una settimana, non vedo così tanta violenza in proporzione al destino dell’animale. In Natura, il capobranco azzanna, senza uccidere, per mettere in riga chi del branco opera “al di fuori del bene comune”; una cagna che allatta, se un cucciolo morde troppo i capezzoli, lo allontana ripetutamente, fino ad escluderlo dall’allattamento. Se voi vedete violenza anche in questo, allora siete contro Natura per primi. Non si possono trattare i cani come esseri umani, hanno regole, necessità e psicologia completamente diverse. Lo stesso Millan specifica che le sue tecniche non devono essere riprodotte se non da specialisti e che non vanno prese alla leggera: gli esseri umani rovinano la vita ai cani senza rendersene conto, proprio perché non capiscono le vere necessità, fisiche e psicologiche dell’animale. A priori che Millan sia presente o meno, non so se avete mai visto i 50 cani che possiede, tra pittbul, boxer, rotweiler che vivono senza il minimo problema, senza azzannarsi, senza gelosie e senza problemi di sorta. Chi ha lavorato come me in un canile, sa benissimo che anche solo 5 cani del genere, da gestire, sono un inferno. Io stessa sono stata azzannata 2 volte da cani che 2 minuti prima si facevano accarezzare e ho visto cani morire sbranati in pochi secondi. Sinceramente, Millan sarebbe stato un Dio in terra se in quel momento fosse stato presente e, non dimenticate mai le sue parole: salvare anche un solo cane, è sempre una grande cosa. Purtroppo, per esperienza, non si possono salvare tutti e la sua percentuale di successi è la più alta mai vista. Un’ultima domanda: se un cane cercasse di azzannarvi, non lo colpireste?!? Bene, io l’ho fatto, quando un pastore tedesco ha cercato di mordermi in faccia, mentre veniva accarezzato da 5 minuti. Sbagliato? No, di certo. Amo gli animali, ma non mi farei sbranare o sfigurare senza motivo, quindi, mettetevi, una volta, dalla parte dei proprietari che devono valutare tra la sicurezza propria, della famiglia, degli estranei, dei figli e del cane o cani stessi. E’ facile commuoversi per un cane, anche dopo che ha azzannato, quando deve essere soppresso… ma come ci sono pazzi omicidi negli uomini, ci sono anche negli animali e se sopprimerne uno, quando indispensabile, per salvarne altri, è l’unica soluzione, allora ben venga Millan e la sua violenza controllata, perché solo così posso definire ciò che ho visto: un essere umano che si impone capobranco su un cane che pensa di esserlo nel più aggressivo e pericoloso dei modi. Criticare senza esaminare e senza prendere coscienza di tutte le parti in gioco, difendendo il cane per posizione presa a prescindere, crea solo situazioni e cani pericolosi.

  24. Appunto….

  25. Quello che vi sfugge in maniera incredibile è che la Natura ha le sue regole e Cesar Millan si presenta ai cani con problemi seguendo ciò che Madre Natura insegna: i cani necessitano di un capobranco o, in Natura, sarebbero nel più completo sbaraglio. Se un essere umano decide di avere un cane, deve comprendere che strappa un animale da un sistema millenario per introdurlo in un mondo, quello umano, completamente diverso. Introdurlo come fosse un essere umano è il più grande errore e trauma che si può creare alla natura dell’animale. Su questo punta Millan e non è assolutamente vero che non analizza il perché dei problemi del cane. Forse non avete mai visto il programma per intero, mi sorge questo dubbio, in quanto la storia del cane e dellì’addozione fino al manifestarsi del problema, è la priorità di Cesar Millan. Se il 25% delle riprese viene cestinato, dato dichiarato da Cesar e produzione, è perché, purtroppo, ci sono casi irrecuperabili e molti cani finiscono con l’essere soppressi. Ricordiamo che fu la famiglia Smith (Will Smith) a volere Millan, dopo decine e decine di addestratori che fallirono nell’impresa di domare la pericolosa irrequietezza del cane di famiglia. Ora, se vogliamo fare i soliti italiani che vedono il male nel 25% contro il 75%, quando siamo circondati da fatti che sono al 100% nel male, allora è il solito comportamento per cui il mondo dovrebbe essere perfetto, quando siamo i primi animali imperfetti presenti sulla terra. Tutta questa messa in scena è ridicola e fine a se stessa: in America ci sono migliaia e migliai di persone, famiglie, bambini e cani che devono la loro sicurezza, tranquillità, vita, grazie a Cesar Millan… mettetela come volete, ma voglio proprio vedere chi fa altrettanto da una vita con gli stessi risultati e ricordatevic he in USA c’è un ente di controllo quando in programmi e film vengono “usati” animali, che sovraintendono e supervisionano il registrato in tempo reale. E le parole di persone, magari buttate al di fuori della trasmissione, per motivi esterni alla questione, che spalano m****a per invidia o rancore, ne è pieno il mondo per ogni trasmissione registrata dalla nascita della televisione. Millan fa il possibile per educare cane e proprietari che, con atteggiamenti sbagliati o no, rischiano, in primis, di rovinare la vita di un cane, persone o alòtri cani, fino ad arrivare alla soppressione. Occupiamoci di cose più reali e vicine a noi.

  26. ferdinando

    quando parli di Missione cuccioli dimostri che non hai capito niente del programma di Millan, in quanto in Missione cuccioli Simone non fa altro che prendere cani già addestrati a tutto ed inserirli in una nuova casa: lui non educa in trasmissione insegna ai bambini come proseguire il lavoro da lui già fatto……….dimostri con queste parole quanto parli a vanvera!!!

  27. ferdinando

    nei tuoi commenti lasci intravedere più invidia che conoscenza.
    Tu credi di ingannarci con le parole mentre Cesar dimostra i fatti: a volte nella vita è meglio fare un complimento che voler trovare sempre dei difetti nel lavoro degli altri….
    i cani hanno bisogno di tutto amore coccole ma soprattutto di educazione e questo Cesar lo mette sempre in atto.
    è normale che uno che guarda la TV e non si “informa” sui cani non può mettere in atto le sue tecniche però è anche vero che con attenzione e calma si può imparare tanto da lui … a me capita con i miei due cani e ti assicuro che hanno trovato parecchio giovamento calma e tranquillità…..
    un consiglio: RILASSATI E ACCETTA GLI ALTRI

  28. ferdinando

    non condivido per niente il tuo messaggio ed inoltre mi sembrano una serie di parole esagerate per mettere in cattiva luce il lavoro degli altri…..noi vediamo la TV e sappiamo che per fare 1 ora di trasmissione ci fanno vedere solo una parte dell’educazione che Cesar rivolge ai cani per dare un giudizio completo sul suo metodo bisognerebbe vederlo in azione in tutto il tempo che impiega ad interagire con i cani…..noi italiani siamo sempre i soliti sempre pronti a criticare il lavoro di altri…io comunque guardando la trasmissione ho imparato a conoscere meglio i miei cani e ci sono stati enormi miglioramenti ….. la foto è una emerita scemata e si poteva evitare di metterla!!!

  29. virginiabeachroofing

    This looks like such a great forum! I am so glad that I found this imformative website.

    _________________________________
    http://www.aquashieldroofingcorpsite.com

  30. Che articolo e che foto Veramente ridicoli.
    Ma aveta mai visto una sua puntata o letto un suo libro? Quando mai ha maltrattato un animale ?

    Che cagata di blog.
    Tra l’altro si parla di Cesar come un addestratore, mentre lui è soltanto un comportamentalista.

    E comunque quando parliamo di addestramento non stiamo parlando di una scienza, non c’è una dimostrazione esatta su come addestrare i cani, non stiamo parlando di ingegneria o fisica.

    Basta guardare inoltre tutti i premi e riconoscimenti che ha ricevuto. Secondo voi la Humane Society sono dei satici che torturano animali?

    * 2005 La Humane Society of the United States, premio speciale per la riabilitazione degli animali.

    * 2007 Premio Michael Landon per aver ispirato i giovani attraverso la televisione.

    * 2006,2007,2009 Il programma Dog Whisperer con Cesar Millan ha ricevuto una nomination ai Grammy Award nella categoria “Outstanding Reality Program”.

    * 2006 è stato nominato membro onorario della International Association of Canine Professionals.

    * 2008 Dog Whisperer con Cesar Millan ha vinto il premio TV per il miglior programma di varietà o reality show del 23° Annual Imagine Awards.

    * 2008 E’ stato nominato “Treasure of Los Angeles” per il suo contributo alla città di Los Angeles.

    * 2010 Dog Whisperer con Cesar Millan ha vinto il “People’s Choice Award” come programma sugli animali preferito dai spettatori.

  31. Ciao Laura, posso se permetti dire una cosa è un grande Millan finalmente scute questa massa di educatori buonisti che ci infinocchiano con tutte le loro terminologie complesse. Io mi sono ritrovato in casa un terranova e per problemi di lavoro è stato trascurato con conseguenze distruttive, ho interpellato vari educatori e comportamentalisti tutti con belle parole ma il mio Mario distrugge casa. Grazie a un comportamentalista che ha non disdice i metodi Millan il mio cucciolone è tornato come nuovo e non ho visto nessuna crudeltà, ma solo sicurezza. Saluti

  32. Ciao. Mi permetto di dire che non esistono cani cattivi. Esistono cani indotti dal comportamento degli uomini ad essere aggressivi. Lo diventano per difendersi, per difendere il territorio, la prole, ecc. ecc…. Una buona educazione, impartita con fermezza e coerenza ma sempre schiva da coercizione e maniere forti, permette di gestire al meglio questa caratteristica comportamentale. E se sei educatore cinofilo comportamentalista lo devi sapere molto bene. Quando si ha a che fare con soggetti che hanno preso “una brutta piega” allora, come giustamente racconti, pazienza, osservazione, conoscenza del comportamento permettono quasi sempre, a piccoli passi, un recupero. Questo purtroppo non si vede nelle trasmissioni di Millan che in mezzora di trasmissione “illude” gli spettatori che spesso mettono in pratica quello che fa senza la minima cognizione di causa. Io che sono educatrice e istruttrice cinofila non mi sogno di mettere in atto la benchè minima parte di quello che consiglia nè, tantomeno, invito i proprietari a farlo. Ho visto cani “rovinati” da questo programma, ed ho dovuto intervenire per arginare i problemi che, invece di attenuarsi si sono accentuati a causa del rimodellamento fatto a piacere dei proprietari (per usare i tuoi stessi termini).

  33. Salve a tutti, sono un educatore comportamentalista e trovo alcuni metodi di Cesar Millan troppo esagerati su determiti casi apparsi in tv,ma del resto dobbiamo anche tenere conto che non ci sono solo cani buoni al mondo. Circa 2 anni fa mi sono ritrovato a rieducare un pastore tedesco di 4 anni di circa 40 kg e vi dico che avevo paura solo a pensare che dovevo lavorare con quel cane. Ho trascorso 20 gg davanti a quel box a osservare tuti i suoi movimenti da quando dormiva a quando mangiava annotandomi tutto quello che faceva solo per capire il so comportamento. Per puro caso mi sono accorto riguardano un video che avevo girato i primi gg che tutte le volte che si apriva l’acqua per riempire la bacinella lui si tranquillizzava . Cosi mi sono fatto avanti, sfruttando quella famosa energia che tanto parla Cesar Millan, sono stato deciso e rilassato con l’acqua aperta e senza l’uso di collari ecc sono riuscito a salvargli la vita a Zoe dato che vari educatori e il veterinario che lo seguiva lo voleva sopprimere. e adesso quel canone è libero di gironzolare nel giardino. Datemi retta tutto quello che vedete anche se lo ritenete sbagliato ecc mettetelo in un cassetto della vostra mente che prima o poi vi farà comodo, magari lo rimodellate a vostro piacere. Ops!!! dimenticavo, tali metodi addestrativi se usati da professionisti possono fare la differenza, ma non si deve improvvisare, ne basarsi su 30 minuti di girato televisivo. Un saluto e grazie a chi ci ha donato questi splendidi amici a 4 zampe. saluti Mirko

  34. Grazie! Mi fa piacere…

  35. Offerte notebook

    Ciao, ti faccio i miei complimenti per il blog. Mi piace davvero!

  36. Alessandro

    Ciao Laura riguardo al post che hai scritto 8/12/2010…Cesar prima di ogni puntata ha sempre un colloquio con i proprietari dei cani in questione per capire se c’è qualcosa che non va e nei suoi libri(che ho letto) afferma sempre che sono i comportamenti sbagliati dei proprietari ad indurre squilibrio nel cane,inoltre con il suo metodo è riuscito a recuperare(salvare) diversi cani molto problematici che vari educatori e addestratori avevano classificato “irrecuperabili” quindi da abbattere.
    Ciao Ale :)

  37. Vorrei che si vedesse questa foto tratta dalla stessa puntata per vedere come era tranquillo il cane alla fine della “seduta”.
    http://www.tvguide.com/tvshows/dog-whisperer/photos/194651#19547
    Ciao.

  38. Ho guardato delle puntate (pecchi di presunzione nell’affermare senza fondamenti che non ne ho viste), ho letto un suo libro e ripeto… per me parlano i cani.
    Comunque libero di contiuare ad essere un suo sfegatato fans. Probabilmente hai una visione tutta tua dei cani e non li valorizzi per quello che sono ma li consideri come animali da assoggettare a te dominandoli senza rispettarne la natura. Se ti fa sentire realizzato e gratificato e vuoi avere per forza l’ultima parola, scrivi pure un altro commento. Non risponderò a qualunque altra provocazione. Ciao.
    http://channel.nationalgeographic.com/series/dog-whisperer/2494/Videos/03208_09#tab-Videos/03208_09

  39. Capisco che lo spazio qui è tuo ma non vorrei finirla qui. Millan è un pozzo di cultura, e i suoi libri sono zeppi di riferimenti e di letture consigliate, argomenti che descrivono il linguaggio del corpo dei cani per poterlo guardare meglio, libri che per altro ho tutti. Tu comunque non hai mai visto la trasmissione e quindi neanche i cani in questione, evitare la cosa non serve. Basarsi su questa foto è tendenzioso, mostra un cane pauroso che sovente ha crisi di panico, Millan è stato chiamato mica per niente. Ma alla fine quel cane migliorerà proprio grazie al suo aiuto.

  40. Io non guardo lui all’opera ma guardo le reazioni, dei cani, le leggo le interpreto sulla base di anni di studi (che mancano a Millan). I cani con i loro atteggiamenti inequivocabili, sono l’unica fonte autorevole e attendibile a cui fare riferimento per capire con che tipo di educatore o addestratore si ha a che fare. Una trasmissione è costruita, ci fanno vedere ciò che vogliono. I comportamenti umani possono essere ingannevoli perchè le riprese sono tagliate, manipolate… ma i cani no, loro non si possono manipolare. I loro sguardi, le loro pupille dilatate, le posizioni del corpo, della coda, dele orecchie, il loro respiro affannoso, la loro spossatezza…E comunque l’approccio di Millan è tutt’altro che calmo. Ha sempre le mascelle serrate, le labbra tese… una bomba a orologeria che non ti fanno vedere quando esplode.
    Bene. ora mettiamo fine ai pettegolezzi…come li definisci tu.
    Ciao.

  41. Effettivamente ora hai convinto proprio tutti facendoci vedere che qualcuno ha un opinione simile alla tua. Io dalla mia vorrei scomodare il presidente dell’associazione internazionale cinofili, Martin Deeley che dice: ho visto Cesar Millan a lavoro con i cani nel suo progamma, è una persona unica che non ha paura di essere politicamente scorretto…non finirò mai di stupirmi di come Cesar interagisce sia con i cani che con i loro padroni. L’APPROCCIO CALMO E SICURO DI CESAR PRODUCE UNA RISPOSTA POSITIVA, E’ UN UOMO CHE SA DAVVERO PARLARE IL LINGUAGGIO DEI CANI.- -fine citazione
    Mi sembra necessario utilizzare fonti autorevoli.Tu comunque continui a parlare di lui senza conoscerlo, senza averlo mai visto all’opera, basandoti semplicemente sulll’impressione che un altro ha riportato. Questo tuo atteggiamento diffamatorio sfocia nella calunnia passando dal pettegolezzo..

  42. Un tentativo un po’ maldestro di arrampicarsi sui vetri….
    http://canecampione.com/news/coercizione-rinforzo-positivo

  43. Se avesse tenuto tutte le dita che ha utilizzato alzate il guinzaglio sarebbe scivolato dalla mano -_-, e si che l’avevo figurata bene la cosa. Sono sicuro che questa puntata non l’hai vista e che risponderai che non ci tieni a vederla, il problema sta qui.

  44. Santo subito!! Faccio notare un piccolo particolare. Quando si conta le dita si mantengono alzate, sia che si utilizzi il pollice, sia che si utilizzi il mignolo…

  45. Chi ha prodotto questa immagine deve vergognarsi. Si dovrebbe vergognare perchè è stata costituita ad arte per calunniare Cesar. Non si tratta infatti del ben noto gesto volgare: questo è un frame, ossia un frammento di un filmato, estrapolato da una puntata di Dog Whisperer. L’ho potuto notare ieri mentre andava nuovamente in onda. Semplicemente in questa circostanza aveva la mano impegnata nella presa del guinzaglio e stava elencando una serie di motivazioni, o indicando qualcosa, non ricordo bene. Il fatto che tenga il dito medio alzato non sorprende dato che in America abitualmente non iniziano a contare dal dito pollice ma bensì dall’anulare, o dall’indice.
    Invece per quanto riguarda il viso spaventato della cagnolina la questione è anche più semplice: la poverina soffriva di vero e proprio panico, probabilmente perchè era stata acquistata nella sperduta campagna e si è ritrovata poi nel caos di una grande metropoli. Aveva paura persino del condizionatore di casa, e non si fidava del padrone tanto che se questi gli dava il cibo lei gironzolava più è più volte prima di mangiare. Questo viso che in foto si vede è persino rilassato in confronto alla grandissima tensione e paura che manifestava all’inizio della puntata.
    Io invito tutti ad andare oltre l’impressione negativa che Millan potrebbe farvi nel corso della trasmissione, tanto più se iniziate a vederlo con i preconcetti qui espressi: vi consiglio di leggere un suo libro per capire la profonda spiritualità di quest’uomo, e tutto il suo enorme amore per gli animali: amore che lo fa operare anche nel suo privato salvando decine di cani con l’adozione. Ciao a tutti.

  46. free music

    i equal it Sulle orme dei nostri cani » Blog Archive » CESAR MILLAN NON AMA I CANI, ANZI… now im your rss reader

  47. A. teodoro

    Salve a tutti.

    A me piace molto la natura di ogni cosa,sono amante della Natura,adoro tutti gli animali in genere.
    Ma disapprovo la Male Informazione in tutto e per tutto,e sono del parere di condannare queste persone
    che si credono,o addirittura si appropiano di un mestiere INVENTATO,addestratori di Animali.
    Non esistono in Natura addestratori di Animali,ma semplicemente schiavizzare e comprare il comportamento
    Animale,questo é quello che fanno gli addestratori-schiavizzare e comprare-…..

    Avete mai visto una Madre-(di Cani naturalmente)-che per imparare i suoi piccoli di Cuccioli li
    incentiva con dei bocconcini?,o per farlo andare da una parte o salire un qualc´osa come scale-un muretto o altro e il cucciolo non vuole farlo,che fá la Mamma?,gli dice vieni?-come fá a parlargli?,o gli dá un biscottino?,
    non credo che si sia mai visto una roba del genere—NO—-!lo prende e lo fá camminare o salire,é questo che si fá in Natura,e il comportamento e insegnamento che dá la Mamma,e allora perché non farlo anche Noi? é quello che ci insegna la Natura,amiamo la Natura é tutto il loro insegnamento,é tutto va alla grande.
    Mi occupo di Cani da oltre 40 Anni,e la migliore scuola per imparare il loro comportamento é vivere
    i vari momenti dalla nascita allo svezzamento con la madre e i Fratellini-Sorelline fino ad arrivare
    a etá adulta diciamo un Anno,questa é la vera scuola che ti fa capire come agire comportarti e dargli
    i vari comandi senza influenzare minimamente il loro comportamento animale e farsi rispettare senza
    parlare,senza PUNIZIONI,senza Mai dico Mai alzare le mani o la voce per picchiarli e non solo,
    ma solo atteggiamenti sia del corpo e indicazioni con il dito,
    per far sí che capisca cosa vuoi che lui faccia,se vuoi che lui vada da una parte
    basta solo che indichi col dito dove lui deve andare,aprire la mano se vuoi che lui stia fermo o in alternativa fare un sibilo autoritario con la bocca,usare un qualsiasi tipo di fischio per chiamare o richiamare il cane
    o chiamarlo per Nome,vivere alla giornata con lui non é mai lo stesso,giocare e insegnarli i vari comportamenti
    é un incentivo di soddisfazione per me e per lui,e non abbuffarlo dalla mattina alla sera solo per imparargli
    stai fermo-vieni-lascia e altre cose del genere che in natura giá sanno come fare,sta solo a noi capire
    il modo piú semplice e naturale ad impartigli i vari comandi.
    Abito in un appartameto,ed ho sempre avuto cani nella mia vita di varia grandezza anche cani definiti aggressivi,
    mai avuto problemi,anzi tanti amici e vicini mi chiedono consigli sui propri cani,e i miei consigli non si differiscono dai consigli e insegnamenti di Cesar Millan.
    Vi ricordo-mai e dico MAI bastonare o dargli una manata al proprio cane,o come dicono in tanti di arrotolare
    un giornale e dargliele sul sedere,niente di piú disumano e innaturale,amate il vostro Cane e mettetevi al
    loro stesso livello anche perché loro non sanno mettersi al nostro livello,non tutti sono in grado
    di allevare o meglio ancora,possedere uno di questi Amici-Cani-,sono pochi pochissimi che li sanno capire e rispettarli per quello che essi sono,se non lo sapete fare come Natura insegna desistete ad avere un Cane-non fa per Voi- e non date parere assurdi e controNatura di come convivere con un Cane,non si puó cambiare la sua Natura di essere un Animale,ma prendendosi la responsabilitá che esso assume nella nostra vita Umana.

    P.S.
    Victoria Stilwell non è mica quella di “Basta!Io o il cane!” che ha suggerito la soppressione di un povero cocker che non riusciva
    a educare?
    Ma che bella mossa di Umanitá !!!!!!!
    Se ancora era in vita la pena Capitale,non vi pare che
    dente x dente e cosí via,chi vuol capire capisca!

    (lo pubblicherete?-Maaaaaaaaa)

  48. A. Teodoro

    Salve a tutti.

    A me piace molto la natura di ogni cosa,sono amante della Natura,adoro tutti gli animali in genere.
    Ma disapprovo la Male Informazione in tutto e per tutto,e sono del parere di condannare queste persone
    che si credono,o addirittura si appropiano di un mestiere INVENTATO,addestratori di Animali.
    Non esistono in Natura addestratori di Animali,ma semplicemente schiavizzare e comprare il comportamento
    Animale,questo é quello che fanno gli addestratori-schiavizzare e comprare-…..

    Avete mai visto una Madre-(di Cani naturalmente)-che per imparare i suoi piccoli di Cuccioli li
    incentiva con dei bocconcini?,o per farlo andare da una parte o salire un qualc´osa come scale-un muretto o altro e il cucciolo non vuole farlo,che fá la Mamma?,gli dice vieni?-come fá a parlargli?,o gli dá un biscottino?,
    non credo che si sia mai visto una roba del genere—NO—-!lo prende e lo fá camminare o salire,é questo che si fá in Natura,e il comportamento e insegnamento che dá la Mamma,e allora perché non farlo anche Noi? é quello che ci insegna la Natura,amiamo la Natura é tutto il loro insegnamento,é tutto va alla grande.
    Mi occupo di Cani da oltre 40 Anni,e la migliore scuola per imparare il loro comportamento é vivere
    i vari momenti dalla nascita allo svezzamento con la madre e i Fratellini-Sorelline fino ad arrivare
    a etá adulta diciamo un Anno,questa é la vera scuola che ti fa capire come agire comportarti e dargli
    i vari comandi senza influenzare minimamente il loro comportamento animale e farsi rispettare senza
    parlare,senza PUNIZIONI,senza Mai dico Mai alzare le mani o la voce per picchiarli e non solo,
    ma solo atteggiamenti sia del corpo e indicazioni con il dito,
    per far sí che capisca cosa vuoi che lui faccia,se vuoi che lui vada da una parte
    basta solo che indichi col dito dove lui deve andare,aprire la mano se vuoi che lui stia fermo o in alternativa fare un sibilo autoritario con la bocca,usare un qualsiasi tipo di fischio per chiamare o richiamare il cane
    o chiamarlo per Nome,vivere alla giornata con lui non é mai lo stesso,giocare e insegnarli i vari comportamenti
    é un incentivo di soddisfazione per me e per lui,e non abbuffarlo dalla mattina alla sera solo per imparargli
    stai fermo-vieni-lascia e altre cose del genere che in natura giá sanno come fare,sta solo a noi capire
    il modo piú semplice e naturale ad impartigli i vari comandi.
    Abito in un appartameto,ed ho sempre avuto cani nella mia vita di varia grandezza anche cani definiti aggressivi,
    mai avuto problemi,anzi tanti amici e vicini mi chiedono consigli sui propri cani,e i miei consigli non si differiscono dai consigli e insegnamenti di Cesar Millan.
    Vi ricordo-mai e dico MAI bastonare o dargli una manata al proprio cane,o come dicono in tanti di arrotolare
    un giornale e dargliele sul sedere,niente di piú disumano e innaturale,amate il vostro Cane e mettetevi al
    loro stesso livello anche perché loro non sanno mettersi al nostro livello,non tutti sono in grado
    di allevare o meglio ancora,possedere uno di questi Amici-Cani-,sono pochi pochissimi che li sanno capire e rispettarli per quello che essi sono,se non lo sapete fare come Natura insegna desistete ad avere un Cane-non fa per Voi- e non date parere assurdi e controNatura di come convivere con un Cane,non si puó cambiare la sua Natura di essere un Animale,ma prendendosi la responsabilitá che esso assume nella nostra vita Umana.

  49. This is 4 times now that i’ve come on your website in the last 3 days when searching google for absolutely unrelated stuff. Kinda odd. Keep up the good articles!

  50. Great article, Just passed this on to a coworker who read up on this and she took me to eat after I showed her this site. So, Thanks!!

  51. daniele mattaucci

    Cara Laura hai studiato la psiche canina ma sei una gran maleducata offendendo le persone che fanno errori di ortografia soprattutto con persone che non parlano bene la lingua italiana, questo non è professionale . Una persona cresce se è disposta ad ascoltare anche opinioni diverse dalla propria

  52. daniele mattaucci

    Salve! Ho avuto modo di vedere alcune dimostrazioni di addestramento da parte di Cesar Millan , non lo ritengo per nulla duro, anzi trasmette sicurezza ai cani che hanno subito dei traumi , non si aiutano i nostri amici a 4 zampe solo con coccole e affetto , la nostra educazione è fondamentale,Casar Millan lo ritengo un grande addestratore , non li picchia , non urla , cerca piuttosto di capire la psiche del cane, non capisco tutto questo accanimento credetemi ho visto addestratori che davvero traumatizzano i cani, spero che rivediate la vostra opinione
    cordiali saluti da che ama tantissimo i cani

  53. Hai centrato il problema. Millan non cerca di capire perchè il cane ha problemi, lui agisce annientandolo completamente. Non considera che i problemi potrebbero essere indotti, seppur involontariamente dai propietari. Magari basterebbe modificare quache cosa nella relazione per ottenere grandi risultati, senza bisogno di snaturare completamente quello che è definiamo il migliore amico del’uomo.

  54. Scusate, ma secondo voi costringere un cane a mettersi sul fianco e tenercelo premendo con la mano non è coercizione? Senza considerare che i cani sul fianco ci si mettono di spontanea volontà per dire che non vogliono uno scontro con l’altro cane, non c’è mai un capo branco che fa qualcosa del genere. E’ vero, cesar non picchia con fruste e bastoni, però mette i cani in una condizione di sottomissione forzata, questo non mi sembra “spiegare” o “far capire” il comportamento sbagliato. L’ho visto mettere un DOPPIO collare a strozzo e SOLLEVARE i cani per i guinzaglio fin tanto che non si arrendevano perchè mancava loro il fiato!! Dite quello che volete, ma i miei occhi l’hanno visto, quindi non potete negare che l’abbia fatto!
    In più in quelle mezze puntate che ho visto (dopo mi veniva il volta stomaco a mettermi nei panni di quei poveri cani) non l’ho mai visto chiedere ad un padrone PERCHE’ il cane fosse aggressivo. Se magari perchè era spaventato? Perchè lo infastidiva una cosa che gli proponevano (l’ho visto costringere una canina a farsi pettinare, questo non è voler umanizzare un cane?)? Non l’ho mai visto fare una distinzione tra aggressività nei confronti dei cani e nei confronti degli uomini (e c’è mooooolta differenza).
    Per finire su di lui ci sono denunce pendenti per maltrattamento d’animali e non sono fatte da educatori cinofili poveri e frustrati.

    PS: che poi si sia fatto da sè, prima immigrato clandestino e poi superstar internazionale non significa che allora utilizzi dei buoni metodi.

  55. Ripeto che nessuna censura è stata applicata. Semplicemente non ho ricevuto il commento. La mia risposta è data per il commento che ho letto: definire ridicola e invidiosa una persona per Lei non è un insulto? Per me sì, ma forse dipende dall’educazione ricevuta. Come già detto, ritengo di non dover aggiungere altro.

  56. Anche una mia risposta è stata censurata.

  57. Forse si è dimenticato ciò che ha scritto. Saluti

  58. Il mio non vuole essere un insulto onestamente. Si figuri non avrebbe un senso farlo.

  59. Mi spiace ma non ho visto il suo commento precedente. Non so i suoi contenuti, ma dal tono del presente, non saranno certo stati quelli di una persona che accetta un confronto. Comunque eccola accontentata. la lascio crogiolare nelle sue convinzioni: non ritengo di doverle dedicare del tempo. Il suo approccio è degno della persona che ammira.

  60. Purtroppo il mio lungo post è stato censurato, non mi va di riscriverlo. Riassumo : Laura lei è ridicola e invidiosa. Striscia cosa centra con Sky e Cesar ? ma lei vuole farsi ridere in faccia da tutti suppongo . Più che altro è vergognoso l’articolo estremamente di parte fatto da questo sito, che dimostra di essere imparziale visto che vengo censurato solo perchè utilizzo toni magari forti.

  61. Scusi quali sarebbero i vantaggi economici. lei per che cosa fa il meccanico? Per la gloria? Anche a me piacerebbe vedere in lei uni un atteggiamento più “open minded”.

  62. Mi sono limitata ad applicare il maiuscolo solo ad una parola per rimarcarla e non ad una intera frase. Mai urlato nè intendo cominciare ora, non ne vale la pena. Io sarò anche saccente nel voler correggere degli evidenti errori di ortografia – non ho la presunzione di sapere, semplicemente so con certezza. Tu invece come ti definiresti, dopo che solo per avere visto una trasmissione ed avere letto un libro, pensi di sapere tutto sui cani, pretendendo di insegnare a chi la materia l’ha studiata per anni? Comunque questo scambio di opinioni, che inizialmente ritenevo costruttivo, sta assumendo toni personali: inutile dilungarci oltre.

  63. io e mia moglie abbiamo una trovatella di 7 anni che fino a poco tempo fà era piena di ansie e abbastanza problematica da gestire.
    Poi ci siamo imbattuti nel programma di Cesar Millan, a seguito del quale da bravo “curioso” quale sono ho comprato e letto entrambi i suoi libri traendone validi spunti nell’approccio al mio “amore peloso”.
    Voglio sottolineare che ritengo una “stupidaggine” chi equipara qualche strattone al guinzaglio ad un atteggiamento coercitivo (chi dice ciò probabilmente educa i propri figli col metodo Montessori, grazie al quale a 12 anni pisceranno loro in testa o peggio)e posso confermare l’assoluta bontà di un atteggiamento calmo e autoritario, della assoluta necessità del quotidiano esercizio fisico per il cane e sapere quando elargirgli tutto l’affetto di cui siamo capaci.
    Con queste semplici “attenzioni” la nostra amata cagnolina è molto più calma, non ulula più quando siamo costretti a lasciarla sola a casa, ma anzi dorme beata (ho controllato con webcam), in senso più ampio del termine “stà meglio”…alla faccia dei metodi basati sul solo rafforzo positivo.

    Sig.ra Laura, sinceramente trovo spesso nei suoi commenti l’atteggiamento del professionista che, a prescindere dalla passione che mette nel proprio lavoro, ne trae dei vantaggi economici e vede insidiati tali vantaggi dalla diffusione di metodi più alla portata di tutti (sebbene nel programma si consigli sempre di rivolgersi a dei professionisti e di non tentare da soli).
    Ma non la critico per questo perchè lo capisco e spesso mi trovo a tenere atteggiamenti simili (sono meccanico e spesso noi meccanici tendiamo ad accanirci sui clienti che “fanno da soli” e poi non riescono e si rivolgono a noi), però vorrei da lei un atteggiamento più “open minded”.

  64. Quando usi le maiuscole o il grassetto …gridi.
    Quando correggi continuamente l’ortografia di chi scrive sei saccente.

  65. Se hai letto anche gli altri post di questo blog, si combatte anche per green hill, vivisezione e altri atti incivili. La mia è una opinione come la tua e in quanto tale deve essere espressa liberamente ed accettata come ho accettato e pubblicato quelle di altri pro-Millan che, sempre incivilmente mi hanno coperta di insulti.

  66. Grazie…guarderò il tuo collega.

    Resto cmq dell’opinione che se si deve creare tutto questo “can can” contro uno come Cesar siamo davvero messi male.
    Combattiamo invece contro la green hill e la vivisezione e prima di dire a una persona che è un povero di spirito o un poveraccio (addirittura) ….ci rifletterei e alla fine terrei per me questa opinione.

  67. Ci sono anche molte persone che “sposano” il metodo di Millan senza nemmeno sapere di cosa si tratta, semplicemente perchè vedono che DOMINA i cani o non vanno oltre quei 20 minuti di trasmissione che, nella seconda serie, ha attenuato i toni violenti della prima; ma le espressioni dei cani sono molto eloquienti: ciò che avviene a telecamera spenta è tutt’altro che piacevole.
    I ragazzini di cui parli vengono educati dalla nascita alle nostre regole sociali e capiscono benissimo ciò che gli viene insengnato. Quando disattendono sanno perfettamente ciò che stanno facendo quindi “la sculacciata” ci può anche stare. Un cane, specie diversa, con esigenze etoogiche e un bagaglio sensoriale diverso, non potrà mai capire il perchè dei nostri divieti. Per questo le “regole” gli vanno insegnate nel massimo rispetto della sua natura, senza traumatizzarlo e dominarlo. Non mi ritengo proprio un’educatore cinofilo che brancola nel buio, nel senso che intendi tu. Io brancolo nel buio, nel vero senso della parola (come i lupi), quando voglio farlo, perchè cerco di immedesimarmi e vedere e vivere le situazioni dalla loro prospettiva. Questo è l’unico modo per imparare e poter insegnare come stare bene insieme al proprio cane.
    L’invidia è un sentimento che scaturisce, tutto sommato dall’ammirazione e ti assicuro che non è ciò che provo nei confronti di Millan. Anzi: lo considero veramente un povero di spirito, ma di questo lui sicuramente non ne ha colpa poveraccio! Bisognerebbe scavare nella sua infanzia. Qualunque cosa si possa dire su di lui solo una cosa è certa: purtroppo le spese le fanno i cani.
    Senza voler per forza portarti su una strada diversa, prova a guardare Missione Cuccioli sul canale 601 di Sky tutti i lunedì alle 21 e in replica praticamente tutti i giorni. Il mio collega Simone!!! Grande!! Verso di lui siì che nutro ammirazione e, di conseguenza, un pizzico di benevola invidia!!
    Divertiti!!

  68. Ci sono molte persone che firmano petizioni contro il programma di Cesar senza mai aver visto una sola puntata…incredibile …ma vero.
    Sono dell’opinione che come per l’educazione dei figli così come per quella di un animale d’affezione, la cosa migliore sia la disciplina unita all’amore.
    Conosco ragazzini ai quali è “mancata una sculacciata “quando erano piccoli.
    Cesar ama i cani ed ha con loro una tal empatia che probabilmente scatena piccole invidie e gelosie in educatori che “brancolano” ancora nel buio.
    Paola

  69. Non è corretto esprimersi in una lingua non compresa dal’interlocutore. Comunque il senso di quello che volevi dire, a grandi linee è stato recepito – insulti a parte. Per tua informazione non mi interessa assolutamente imparare da lui, anzi…. me ne guardo bene.
    Saluti.

  70. Cesar é Messicano come Io, tu non sai come é la vita in Messico, lui ha imparato lo che fa e é quello che funziona, Io sono stato in Italia e non é propio perfetto eh.
    Adesso “Pendeja, no hables por hablar, si no sabes pregunta, no chingues!!!”

    E si ti piace imparare di lui anche un po cerca sul internet il suo indirizio eletronico e chiede una o due cose, chingada madre!

  71. joknnyknoxville

    Io il programma lo seguo e sinceramente Cesar mi sembra un professionista che sa fare il suo lavoro…
    Probabilmente non va giù a molte persone bigotte chiesarole razziste (vedi quelle che pubblicano commenti idioti su questo blog) che un clandestino messicano dal nulla sia diventato un professionista rispettabilissimo del settore e sia riuscito a inventarsi qualcosa di innovativo al contrario di chi è spinto a fare il veterinario, comportamentalista, ecc… solo per convenienza…
    Siete capaci solo di puntare il dito e dire ahhh questo non va bene, quello non si fa……
    AL posto di perdere tempo a fare i Savonarola del nuovo millennio proponete qualcosa di alternativo voi che vi sentite i “Guru” del settore e non statevene qua a scrivere su un blog da 4 soldi…

  72. Siete pieni di falsita`e cattiveria.
    Che vergogna!

  73. Elizabeth

    ignorante siete tutti ignoranti. a nessun animale tempo abusato. Voi europei vivono ancora al tempo dell’Inquisizione, dove tutto è cattivo e gli attacchi ciò che non è compreso. chiamarlo un contadino, ma è lei che non hanno studiato 20 anni di comportamento del cane. è gente come te che fa impazzire i cani facendoli infelice e senza controllo. Dio li illumini e permettere loro di vedere oltre il suo naso.

    son ustedes que intentan educar a los perros con besos y libertad excesiva, seguramente sus hijos son tan salvajes como un perro.

    invece di dire cose stupide e cercare di terminare il lavoro onesto di uno studio di persona, e pubblicare un libro e fare un programma con le procedure di istruzione “corretta”.
    Tutti stupidi!

  74. Ma voi state fuori, non ho mai visto nessuno saper trattare meglio un cane di lui, anzì invito tutti a seguirlo per il bene del proprio animale, lui non solo ama gli animali ma li tratta come tali, cosa che a loro fa solo bene, vedete il marcio ovunque ma certe volte il marcio sta solo dentro di voi. Grande Cesar!!

  75. miss. laura, ma quando non sa che dire risponde: ”mah!?” ecc… si vergogni lei a scrivere certe baggianate!!! MILLAN è il migliore. la sua è solo gelosia.

  76. I post sono un pò vecchioti, ma io sono arrivata solo ora in questo blog e posso dire la mia solo adesso.
    Io guardo Cesar su SKY,non conosco nulla di più o di meno di quel che ha detto nelle puntate; non mi sembra che traumatizzi i cani,o per lo meno non è quello che il mio cervello ed i miei occhi percepiscono, lui dice solo che il cane non è un uomo e non ragiona come tale e, come gli uomini, ha bisogno di regole, lui ritiene che ingozzarlo di croccantini in realtà non educhi un cane, ma semplicemente adotta un comportamento causa-effetto dovuta alla goloseria tipica dei cani, lui preferisce far capire al cane che ha un ruolo ed è quello di suo sottoposto in presenza di essere umani. Non lo trovo un atteggiamento cattivo. Non l’ho mai visto maltrattare i cani che ha in cura negli episodi, anzi cerca di metterli a loro agio e di insegnargli qualcosa solo quando sono tranquilli, ovvio che, come in tutte le cose, per alcuni l’appoccio dev’essere più soft, per alti più rigido… però mi avete incuriosito, quindi leggero i post e magari cercherò altri pareri contro il suo metodo percapire perchè io al penso diversamente…e poi giudicherò se rimanere della mia posizione oppure appoggiarvi.

  77. Ciao Lisa. Hai ragione, di strada se ne deve fare ancora molta e l’Italia, in questo senso, è molto indietro. Noi educatori, nel nostro piccolo, facciamo la nostra parte dove possiamo. Ma la nostra professione ci vede impegnati in prima linea nel rapporto uomo-cane e per questo esprimiamo il nostro parere sulla trasmissione e sui metodi di Millan, che sappiamo non essere quelli descritti nei suoi libri. Avendo studi alle spalle sappiamo che le buone maniere non sono il suo forte. Per quanto riguarda la tua personale esperienza non posso esprimermi perchè non so che cosa ti ha insegnato il pastore (però non penso che i tuoi cani curino le greggi). Io ne ho conosciuto uno, Graeme Sims – autore de “l’uomo che sussurra ai cani”: sicuramente una persona che li ama molto e che ha molta esperienza non coadiuvata però da studi scientifici. Questo può portare a sconfinare nei “maltrattamenti invisibili”, ovvero quelle situazioni che vedono noi umani molto soddisfatti del nostro cane senza considerarne però i bisogni etologici tipici della sua specie. In quanto a termine “capobranco”, ormai obsoleto. prova a leggere questo articolo; qualche informazione in più nion guasta. http://ilblog.codealvento.it/2010/06/che-cosa-sara-mai-successo-alla-parola-%E2%80%9Cdominante%E2%80%9D/
    Ciao.

  78. Salve , mi rammarica vedere come professionisti del settore siano così contro il metodo di Millan. Io ho due cani metticci di grossa taglia. trovatelli e a dire dei vari addestratori cani pieni di problemi. per ben due anni ho seguito i corsi con il metodo gentile ma i risultati sono sempre stati instabili. Mi seguivano essenzialmente per il bocconcino più che per me. Il cane è un opportunista e come tale si comporta.
    Ho speso un sacco di soldi per questi metodi gentili che fanno arricchire gli addestratori. Poi devi procurarti i bocconcini, i collari, i pomeriggi ecc. Ora dopo che ho messo in pratica grazie a un pastore le poche regole che servono per diventare un capobranco, e senza fare del male al cane e senza aver speso un soldo ben venga questo metodo. Io li ho provati entrambi e quindi parlo solo per esperienza. Premetto che non ho strangolato i cani, ma ho fatto semplicemente in modo che loro capissero cosa volevo. In due anni non ho avuto i risultati che ho ora in poche settimane. L’ipocrisia degli italiani è incredibile. Avere rispetto degli animali? Ma se qui in italia non puoi portarli dentro ai locali. Non ci sono parchi dove puoi farli correre liberamente senza guinzaglio, se devi andare al mare ditemi voi quale spiaggia li accetta…forse una a Bibione. Gli alberghi, quando dice che hai un cane sembra che hai detto di avere la lebbra. Invece di preoccuparci di una trasmissione, preoccupiamoci delle cose più utili da fare affinchè non vengano abbandonati, o dove possiamo giocare all’aria aperta insieme a loro senza il vincolo del guinzaglio.

  79. "Cesaristi per Cesar"

    SIETE VERAMENTE UNA MASSA D’IGNORANTI ED INVIDIOSI….. SE NON SAPETE….NON PARLATE! SICURAMENTE E’ SOLTANTO PAURA DI RIMANERE INDIETRO CON LE TECNICHE CHE TUTT’ORA SI UTILIZZANO E NON SIETE ANCORA PRONTI E APERTI A NUOVE FORME DI COMUNICAZIONI CON I CANI, TUTTO QUA’.

  80. Io ho fatto un po’ di più che informarmi sulla psicologia canina: l’ho studiata. Forse non hai avuto tempo di approfondire i contenuti sia del blog che del sito. Ti saresti accorta che trattare la psicologia canina – e non solo – è il mio lavoro. Tutto ciò che è scritto è esposto con cognizione di causa. Poi ognuno è libero di “sposare” il metodo che gli è più congeniale. Ma, PRIMA, bisognerebbe essere in grado di confrontare e per farlo bisognerebbe informarsi, osservare, valutare, CONOSCERE…

  81. Laura, ti sbagli di grosso su Cesar. Lui non terrorizza i cani, fa in modo da metterli ‘al loro posto’, non usa MAI metodi violenti. Cesar educa gli essere umani a trattare i cani nel modo giusto, con rispetto. I cani educati da Cesar sono cani equilibrati e felici, e i padroni possono vivere felici di avere una cane equilibrato. Un padrone che fa tutto cio che il cane vuole è il padrone di un cane infelice. Molto spesso i cani ‘Leader’ sono cani infelici perchè sempre sottomessi a stress ‘da comando’ quando spesso è una posizione che non gli spetta. DOvresi informarti di piu sulla psicologia canina prima di giudicare l’unica persona al mondo in grado di fare qualcosa per quelle persone stupide che non sanno gestire un cane. Se tu sei una di quelle persone che lasciano fare al proprio cane quello che vuole, povera te!
    Educare un cane non è molto diverso da educare un figlio: anche i cani hanno bisogno di regole e disciplina (che, nota bene, non vuol dire violenza), se no ti esce un figlio drogato e violento, e un cane aggressivo e che ti rende la vita impossibile. Pensaci bene.

  82. Hay que estúpida eres Laura no sabes lo que hace cesar con los perros los ayuda a que no los sacrifiquen mira bien lo que hace y luego abre el hocico y escribe lo que quieras

  83. Laura deve essere stupido non sai quello che mette fine con i cani li aiuta a guardare non sacrificare quello che fa e poi apre la bocca e scrivere quello che volete

  84. Questo è un fans di Millan…gentile, calmo, pacato, educato… come il suo metodo.

  85. gianfranco

    se te tratti i cani come dici sarebbe da prenderti a fucilate davvero….se hai qualcosa contro il metodo di cesar….dillo apertamente vogliamo sapere cosa c’è nelle vostre menti contorte e MALATE!!! vedo ogni puntata di quasto programma e educa i cani in modo eccellente …ma per gente pezzente come voi che non saprebbe farsi rispettare nemmeno da un criceto c’è poco da parlare…tirate fori le palle invece di criticare cosa fanno gli altri!!…Pezzenti!!!

  86. Questo si commenta da solo….

  87. gianfranco

    se pensate che il lavoo i quest’uomo sia inutile o dannoso siete solo dei piccoli bastardi invidiosi…navigate nella merda da sempre non vi potete permette di dire certe cose!! se voi non seite buoni a un cazzo e lui è stato capac in 13 anni di fare quacosa fatevela con chi non vi ha dato un lavoro sfigati di merda fallti all’inferno..la gente come voi andrebbe levata di mezzo a fucilate

  88. Hai assolutamente ragione! Il cane va vissuto ma, prima di tutto, va RISPETTATO.
    Così sia!

  89. Laura, io penso che per una buona convivenza, si è costretti a educare il proprio amico, dico costretti perchè se non si vuole avere un Dingo o un Lupo allo stato brado in casa, l’ alternativa non c’è!
    Poi stà ad ognuno di noi come giustamente sott’ intendi, valutare cosa è bene fare e cosa si voglia insegnare al proprio amico, senza dire però che chi ha un metodo di insegnamento diverso dal nostro ha sbagliato tutto.
    Può darsi che alcuni possano volere che il proprio fido dia la zampa o si metta a cuccia a comando, e altri che pretendano che salvi persone tuffandosi nelle fiamme di un’ incendioo altri ancora che si accontentano di vedere il cane non rompere le scatole in giro (insomma un peluche)!Se fosse per mè picchierei chi tratta il cane come nel primo e nell’ ultimo caso di educazione…se salvasse vite ne sarei preoccupato si, ma orgoglioso al cubo!
    Purtroppo tocca a noi questo “brutto” compito e tocca a noi entrare nell’ ottica del cane e non che il cane debba avere comportamenti umani come alcuni assurdamente pretendono.
    Tornando a Millan, penso che il suo metodo sia uno dei tanti, può essere un metodo da “pastore” nel senso di grezzo, ma sappiamo bene che i cani cresciuti così non hanno niente da invidiare a livello di felicità, a cani cresciuti nella pochèt di una nobildonna o in mega ville con piscina e toilettatore personale….anzi.
    Il cane deve fare il cane ma non nel senso “programmato ad obbedire”, deve fare il cane perchè è un cane, và solo indirizzato verso l’ educazione che si decide di dargli.
    l’ animale và vissuto, è un’ esperienza che ci fà crescere riuscire ad interagire con una razza diversa dalla nostra che sia scimmia leone tigre o aquila…

    Amen….Lol

    Ciao

  90. - Essere duri non vuol dire essere convincenti.
    - I problemi comportamentali sono quasi sempre riconducibili agli atteggiamenti umani. Per fare un esempio, sarebbe come se ci crescessero insegnandoci la delinquenza e di colpo le stesse persone che ce l’hanno insegnata ci punissero ferocemente per ogni nostra cattiva azione.
    - Tua nonna probabilmente aveva ragione. Peccato però che tra uomini e cani ci sia una sostanziale differenza: i primi sono sempre consapevoli delle proprie azioni e quindi in grado di capire cosa è giusto e cosa è sbagliato, i cani, invece, agiscono secondo quanto madre natura gli suggerisce e non hanno la capacità di pensare alle conseguenze delle loro azioni. Sta a noi insegnargli a condividere il nostro mondo, fatto di regole che non gli appartengono ed al quale non hanno chiesto loro di appartenere. Considerare e rispettare una natura diversa dalla nostra, porta automaticamente ad utilizzare metodi scevri da imposizioni e violenze ma ricchi di una comunicazione mirata ad ottenere una relazione fondata sulla collaborazione, sulla complicità, sul divertimento reciproco e non sul gioco-forza. Se ciò non avviene vuol dire che si considera il cane un essere inferiore. Peccato…perchè inferiore non lo è di certo: è “soltanto” diverso.
    Ciao.

  91. Io posso solo fare un’ analisi senza dire chi ha ragione:
    a prescindere dal fatto che ogni animale come ogni persona ha una personalità, sviluppata da esperienze personali, e quindi non generalizzando dicendo “è meglio comportarsi così” o ” è sbagliato comportarsi colì” dico che il metodo di addestramento che usa Millan è diverso a seconda del soggetto che si trova d’ avanti com’ è giusto che sia; se poi pensiamo che tutti i cani sottoposti ad addestramento provengono da una “errata formazione” nel corso di diversi anni e quindi deviando l’ istinto dell’ animale (qualunque esso sia), un metodo più duro (o meglio convincente) come si è potuto vedere dal video postato da Laura io lo trovo l’ unica alternativa per una convivenza, eh si, perchè quì da noi un cane con un comportamento del genere ha 2 alternative: l’ abbandono o la soppressione!
    Ditemi che è un metodo rude (e non mi sembra neanche tanto pensando che la maggior parte degli allevatori italiani, anche sui pincher utilizza collari elettrici) ma per mè è la soluzione “giusta” per correggere un comportamento pericolosissimo sia per l’ uomo che per altri cani.
    Io per esempio amo la mia cucciola che è un pitbull di 9 anni e come risaputo per questa razza, fin da piccolina tentava di imporsi anche su cani molto più grandi di lei sia di razza che d’ età!Non vi nascondo che ho dovuto fare un duro lavoro quotidiano di correzione della sua innata aggressività, ma con orgoglio posso dire che oggi è la più amata dai bimbi che abitano intorno casa mia e capisce con il solo mio atteggiamento e senza aver mai usato metodi violenti come calci pugni o roba immorale o inutile del genere, atteggiamenti che non può avere (aggressivi) perchè si fida cecamente di mè, vedendomi come afferma Millan come un capobranco.
    Tra l’ altro lui agisce nel 90% dei casi sul correggere gli atteggiamenti del padrone, quindi tutto questo odio contro i cani non lo vedo per niente!
    Mia nonna mi dice sempre “un ceffone ti insegna molto più di 1000 carezze” e io condivido appieno questo pensiero!
    permettetemi un’ ultimo pensiero:
    ma perchè rompere le scatole a uno che cerca di fare bene quello che fà (e i risultati si vedono palesemente) in America e non preoccuparsi dei cinesi o rimanendo in italia dei vicentini o dei leccesi che i cani o i gatti se li fanno in umido o sulla brace?????
    O fermare le importazioni di poveri cuccioli dall’ est europa stivati in gabbie di uccellini senza cibo nè acqua per giorni interi????
    Questa è barbaria, questi sono i comportamenti da evirare, non boigottare un metodo che per alcuni può essere giusto e per altri no!
    E poi anche i medici stessi possono fare prognosi totalmente sbagliate nonostante gli si espongano i problemi che uno espone parlando, figuriamoci uno che cerca di capire cosa un’ animale può comunicargli attraverso un’ atteggiamento, sguardo o guaito che sia….

  92. Olà anonimo del pianeta terra!! Tranquillo, a te l’ortografia non la correggo anzi, complmenti per l tuo italiano! Come si fa con i cani, bisogna capire chi si ha di fronte e comportarsi di conseguenza. Comunque…stante il tono catastrofico del tuo commento, una cosa è certa: tutti dobbiamo morire. Mentre aspettiamo quel momento, l’importante è combattere per quello in qui si crede.

  93. Laura quando la smeterai di ascoltarte da sola,e vivrai una guerra tra uominidal vivo,saprai da vero cosa vuole dire violensia, come tanta in questo mondo, comincia ha domandarte Noi razza umana que aviamo esconvolto, distruto e cambiato clima ,comportamenti sia de animale que della natura, perque mai non siamo capaci di acettare i metodi di altri e’ aditritura ci permitiamo di ofendere e metere en dubio qualcosa come di capire che questo pianeta sparira con tutto cio che ce di bello e di magico grazie ha noi umani che doviamo per forza imporrere le nostra umanizasione a tutto e tutti….I cani sono una razza evoluta tra noi, ma sono sempre cani, predatori..si veramente fuose vero tutto quello che tu dici non lo avrevero argumentato in questo modo, certo publicita ce comercializasione ce’, pero il lavoro di questo uomome ha impresionato perche da hai cani la loro dignita di cani, perche sono cani,e’ sono arrivati ha questo punto grazie a noi umani..concordo con le altri , forse non e’ envidia, ha dimenticavo e inutile che corregi la ortografia, non sono italiano, sono un citadino del pianeta terra…

  94. anonimato? Sono Tiziana Garanzini e non la pubblichi perchè sono in disaccordo con chi cerca di demonizzare Millan….
    Comunque non importa, per la cronaca se l’avessi pubblicata la gente avrebbe letto che non parlo e non pubblicizzo in alcun modo la violenza….mai usata violenza sul mio cane e mai snaturata la sua natura…al contrario!

  95. Con la tua lunga lettera/commento descrivi una serie di soluzioni adottate con il tuo cane, tratte dal libro di Millan, che volutamente non pubblico perchè preferisco non fare pubblicità a metodi duri e coercitivi che non tengono in considerazione la personalità del cane e lo snaturano. Un’altra motivazione per cui non la pubblico totalmente è l’anonimato che hai scelto di mantenere.

  96. Ho una cagnolona meticcia di 8 anni presa al canile quasi 2 anni fa….quando è arrivata ha avuto parecchi problemi di adattamento: ansia da separazione, stress, paura degli altri uomini ecc
    Non sono alla mia prima esperienza di cani, avendo posseduto in precedenza un pastore tedesco per 12 anni….

    Tiziana

  97. Mah…!? Solo una cosa….”lider” si scrive “leader”. Ciao

  98. Laura per favore non dire cavolate. In tutto il mondo la sua trasmissione è seguita da milioni di persone in più lingue, ora secondo te un programma come national geografic channel che segue da anni animali, ha fondato mille associazione contro la violenza sugli animali manderebbe in onda un programma dove vengono maltrattati i nostri amici? Cesar millan non USA mai tecniche brusche, anzi ha 37 cani educati alla perfezione con la psicologia canina!! In un branco dovresti sapere che c’è sempre un lider, ed esso deve essere per forza l’uomo sia se si ha un barboncino o se si ha un mastiff inglese!! I cani sono i nostri migliori amici però devono essere educati e per forza ubbidiente!!! Secondo me questo tuo odio nasce da molta invidia!! Cesar è unico come victoria stiwell, due unici addestratori che amano e NON MALTRATTANO assolutamente i cani!! Smettetela con queste baggianate per favore!! Un consiglio lascia perdere con questi link sono tutte calunnie! E le calunnie sono come le foglie se le tiri ti tornano indietro. Ciao

  99. Calma Novella. Non vivo davanti al computer. Spero che con i cani tu sia più gentile. La mia risposta al tuo commento la trovi in quelle precedentente date ad altri che la pensano come te.

  100. NON VEDO IL MIO COMMENTO PUBBLICATO.

  101. sono anch’io d’accordo con ermanno, perchè dobbiamo sempre aggredire chiunque faccia qualcosa di alternativo, io seguo la trasmissione, ho letto i suoi libri, e non trovo
    che ci sia nulla di così grave. i cani non vengono nè picchiati nè maltrattati.
    dovremmo essre un paese democratico dove ogniuno è libero di fare ciò che vuole.
    Se non si è d’accordo non gurdate il programma non leggete i libri e soprettutto non seguite i suoi insegnamenti. perchè rompere le palle al prossimo? i vostri cani ne subiscono conseguenze? Sono altre le battaglie da affrontare…… fatemi il piacere………

  102. VANESSA MAYER

    I do not think I have seen this described that way before. You actually have cleared this up for me. Thank you!

  103. C’è mica bisogno di metterle nascoste le telecamere. Lui i cani li maltratta alla luce del sole. Guarda questo video e dimmi se vorresti vedere il tuo cane trattato così. (già uno che si presenta come Rambo la dice lunga).
    http://channel.nationalgeographic.com/series/dog-whisperer/2494/Videos/03208_09#tab-Videos/03208_09

  104. completamente d’accordo , é assurdo che mettano in onda questa trasmissione che personlemnte ritengo un accozzaglia di una serie di metodiche coercitive attuate da un esaltato quale Millan

  105. ciao laura ma se e vero quello che dite xchè non andate voi di persona con delle telecamere nascoste e ci fate vedere se realmente
    tratta male questi animali? da come la vedo io usa solo la sua energia positiva. se tutti sapessimo usarla il mondo andrebbe meglio non solo i cani.

  106. I miei studi e la mia passione sono finalizzati ad ottenere l’equilibrio di ENTRAMBI, non solo quello del proprietario. Ciao.

  107. Laura da acculturata e intelligente quale sei dovresti notare una cosa importante nelle parole di Ermanno, indipendentemente dalla figura a te scomoda di Cesar Millan:

    GRANDE CESAR CHE CON I TUOI MEDOTI HO 2 PITBULL EDUCATI E UBBIDIENTI

    Io ci leggo una persona che nonosttante la stampa che metta continuamente l’accento sulle razze pericolose, Ermanno è sereno di aver raggiunto un equilibrio con i suoi due cani di razza pitbull.

    Ora ti faccio una domanda: i tuoi studi, la tua passione se non sono finalizzati a far si che una persona raggiunga un equilibrio con il proprio cane a cosa dovrebbero mirare..????
    Bravo Ermanno calmo e assertivo sempre con i tuoi cani e auguri per i tuoi cani che immagino splendidi!!

    ciao.

  108. Mah!! Boh!! Solo una cosa…. un impero si scrive senza apostrofo.

  109. LAURA SEI RIDICOLA!!!!!!!!! NN SAI DI COSA STAI PARLANDO, TUTTI GLI ANNI DI STUDIO CHE HAI FATTO NN TI SONO SERVITI A GRAN CHE. FORSE XCHè VOLEVI CREARE ANCHE TU UN’IMPERO COME CESAR, MA NN SAPENDO TRARRE RISULTATI DAL TUO LAVORO (ECONOMICI) X INVIDIA SCRIVI QUESTI POST……
    FORSE ERA MEGLIO SE STUDIAVI ECONOMIA E COMMERCI
    GRANDE CESAR CHE CON I TUOI MEDOTI HO 2 PITBULL EDUCATI E UBBIDIENTI

  110. Ok. Leggendo la tua replica deduco che abbia letto molto rapidamente la mia risposta ai commenti. Comunque…
    - Cesar Millan non parla di violenza? Certo, è mica scemo. Chi lo seguirebbe se no? Anche Mamma Ebe in nome della religione e sotto mentite spoglie di santona, non parlava di tutte le porcate che faceva. E nemmeno Vanna Marchi parlava delle fregature che ci propinava!!
    - In natura esiste la violenza… Certo, come ho già scritto però non è MAI gratuita. Siamo solo noi umani che riusciamo ad esserlo senza un vero motivo (e la sfoghiamo sui nostri cani). Loro sono costetti a subirla magari solo perchè camminano sul pavimento appena lavato. Certo…perchè noi pretendiamo che il cane sappia che nel mondo dei due zampe non si può fare!!
    - In merito all’educazione della nostra prole … Essere capi? Ma i genitori non dovrebbero essere un esempio per i loro figli?
    - Chi ha parlato di un’educazione a base di zucchero e coccole? Io ho parlato di fermezza e coerenza conditi con gentilezza. E’ ben diverso!!
    - Rinforzo positivo? Io non ne ho parlato. Io ho parlato di valorizzazione della mente del cane. Va ben oltre il premietto…
    - Io non parlerei di “stabilire le regole”. Questo lo fanno i capi. Non c’è scelta, bisogna sottostare, che piaccia o meno. (per inciso obbedisci ma, magari, lo reputi un c….retino) Io parlerei di farle conoscere per consentire al cane, con i dovuti modi, di impararle ed adeguarsi (vedi non camminare sul pavimento bagnato). Le nostre regole poco ci azzeccano con la loro natura: le subiscono, non possono fare diversamente, non hanno scelta e quello che più conta, non si spiegano il perchè di certi divieti.
    - Penso che tu sia ancora ferma al “metodo gentile” ma la scienza, fortunatamente, è andata oltre, permettendo di approfondire sempre più il metodo educativo.
    Concludo semplicemente consigliandoti, se vuoi, di documentarti un pochino sull’approccio cognitivo zooantropologico che consente di ottenere risultati stupefacenti. Perchè? Perchè spalanca un mondo sconosciuto e finalmente il proprietario può veramente conoscere chi è il suo cane e darsi spiegazione dei suoi comportamenti che, nonostante si ribadisca di continuo che non devono essere considerati umani, vengono sempre interpretati come tali.
    Fai una prova: quando guardi la trasmissione (quella di Millan o altre) improvvisamente tu sei il cane, pensi da cane: non sai perchè ma non puoi o devi fare per forza una cosa…. Inverti le parti, cerca di capire cosa ti trasmette l’uomo, come si pone nei tuoi confronti e soprattutto cosa provi.
    Ciao.

  111. ciao laura..ho letto il link e mi è sembrato di aver già sentito mille volte certe parole..che vi siano metodi più dolci ne sono a conoscenza, ma ribadisco che in certi casi vanno usati anche quelli più duri..chi ha letto cesar millan è a conoscenza che nn dice mai di usare la violenza ecc..anzi..riguardo ai vari professionisti nn d’accordo sul metodo millan nulla da dire ognuno è libero di fare il suo percorso ma questo deve però portare ad una soluzione.. sempre!!l’essere sempre un buon capo branco come in natura a volte ci porta anche ad imporre regole e limiti e come noi umani usiamo questo con i nostri figli lo dobbiamo anche usare con i nostri animali senza però dimenticare che loro non sono umani..in natura un buo capobranco non è tutto zucchero e coccole e questo gli studiosi lo sanno benissimo!!..questo non vuol dire che quando entra un cucciolo di 60 gg dobbiamo fare i duri..ma quando non si danno regole e limiti quando questo cucciolo sarà 60 kg e non più gestibile magari con gravi problemi di aggressività che si fà??..non credo sia valido lo zuccherino o la carota come con i cavalli!!..bisogna resettare tutto e stabilire le regole e i limiti!!..certo il rinforzo positivo ci può stare ma non è una regola perfetta per tutti i casi di tutti i cani..

  112. Ciao Virna, anche a te rispondo con il commenta postato ad Ermanno, sottolineando di aprire tutti i link presenti negli articoli.

  113. ..concordo pienamente con ermanno!!!..ho letto i suoi libri e visto i suoi filmati..credo fermamente in tutto ciò che dice e fa..ogni caso è differente perchè ogni cane lo è..vi sono casi gravi con cani con particolarissimi traumi e che non serve certo un addestramento allo zucchero..a volte si è duri proprio per amore, per evitare un canile a vita oppure una sopressione!!..anche se si potrebbero evitare purtroppo a volte non è possibile e perchè non provarle tutte???..il lavoro non esisterebbe se ogni padrone avesse un minimo di razionalità nel gestire il proprio cane ma questo è solo un sogno che mai si realizzerà!!..non trovo corretto offendere con parolone chi in fondo cerca di salvare una vita..e addirittura arrivare a fare una petizione per interrompere la trasmissione??..bè allora dovremmo oscurare tutti i canali per sempre!!

  114. Caro Ermanno, non pensi che se professionisti del settore con anni di studi alle spalle come veterinari comportamentalisti, educatori, etologi, zooantropologi, non condividono il metodo, evidentemente qualche motivo c’è? Non sarebbe meglio documentarsi prima di affermare semplicisticamente che “non ci piace” il suo modo di trattare i cani? Su una cosa hai assolutamente ragione. TUTTI a parole siamo sempre più bravi degli altri. Per quanto riguarda la scalata al successo di cui parli, abbiamo quotidianamente esempi dii personaggi che lo hanno raggiunto velocemente e che sono “sulla cresta dell’onda”.Ma cosa ci sta dietro? Improvvisamente cadono dal loro piedistallo traballante costruito su una dubbia rispettabilità
    Non è che guardi la trasmissione con occhi SOLO per l’addestratore e per quello che per te personalmente rappresenta?
    Ti allego un link con il quale avrai modo di approfondire l’argomento (aprì però tutti i riferimenti in esso contenuti)!. Poi, se vorrai, ne riparliamo.
    Con simpatia. Laura
    http://www3.varesenews.it/comunita/lettere_al_direttore/articolo.php?id=155996

  115. Personalmente trovo Cesar una persona di talento e personalmente non l’ho mai visto trattare male un cane se poi a voi non piace il suo modo di controllare i cani questo è un’altro dicorso perchè chiamare cafone una persona come Millan che dal nulla è arrivato ad avere un posto su sky forse dovremmo cominciare a riflettere su quello che diciamo però sapete noi a “parole” siamo sempre più bravi di altri basta solo dimostrarlo!!!!

  116. Antonella

    PS sei andata a vedere al cinema il film “MAI gridare al lupo” del 1983?
    Se lo cerchi su internet ne parlano in termini entusiastici: ai tempi nella sala eravamo in dodici…
    A presto.
    Antonella

  117. Antonella

    Nicholas Evans: L’uomo che sussurrava ai cavalli fu il suo libro d’esordio, dal quale fu tratto un film con Robert Redford molto poetico. Insieme con i lupi è altrettanto bello ma la freschezza della prima scrittura è stata un po’ sacrificata al business. Personalmente sui lupi ho amato di più i libri di Jack London. A presto.
    Antonella

  118. Bravissima!!! Grazie della zampa. Speriamo che Strisca raccolga le numerose segnalazioni. ‘Sta cosa mi ha “presa” talmente male che non riesco a guardare la trasmissione.
    E facciamole pure le considerazioni letterarie… mitica Antonella!! A che Evans ti riferisci? Jim – Cosa fare se il vostro cane… oppure Nicholas – Insieme coi lupi? – Premetto che non ne li ho letti; proprio per questo mi interessa. Ricambio l’abbraccio e lo raddoppio (piano per non farti male).

  119. Antonella

    Ciao Laura,
    evidentemente chi ha pensato il titolo di questo nuovo programma demenziale (di cui ho visto solo il promo) non ha letto il libro bellissimo di Evans o se l’ha fatto non ha capito nulla. Al di là delle considerazioni letterarie, in un’epoca di “product placement”, dopo Horse e Ghost Whisperer siamo arrivati ai Dog, il tutto mercificato e standardizzato. Oggi ho mandato anche io una e-mail, a Striscia la notizia. Ogni canale va bene. Continua così e non mollare MAI. Un abbraccio.

  120. Grazie Adri. Sia per gli auguri, che per i commenti e complimenti (quel “grande” è veramente… grande!!). Il lavoro di noi educatori è meraviglioso ma non è facile. Ci scontriamo con un retaggio culturale che vede la dominanza ancora come l’unico mezzo utile a “domare” il cane. Purtroppo personaggi come questo influenzano negativamente i proprietari che pensano sia ancora la strada giusta da seguire. Fortunatamente la “nuova” educazione cinofila attraverso spiegazioni, esempi e risultati è sempre più apprezzata. Ovviamente i maltrattamenti fisici e psicologici inflitti al cane non li trasmettono, ci fanno vedere solo che l’animale diventa un agnellino. Ma cosa ci sta nel mezzo? per quanto tempo il cane si comporterà “bene”? Le spiegazioni date dal “domatore” sono assolutamente prive di fondamento (in poche parole non ho mai sentito più c…avolate in così poco tempo). Il proprietario non impara a conoscere il suo cane, gli vengono solo date le “istruzioni per l’uso”, come avesse a che fare con un distributore di bibite che non funziona (prendilo a calci….vedrai che va…). Si vede chiaramente che i cani sono spaventati, annientati. Non si meritano tutto questo. Non sono inferiorii, sono diversi. Vanno messe in luce le loro capacità, le potenzialità, le caratteristiche. Vanno educati piacevolmente tenendo anche conto delle loro esigenze. Non vanno sminiuti, piegati, schiacciati, sconfitti come fa ‘sto energumeno.
    Ancora grazie per il tuo graditissimo commento che mi ha ricaricata. Un abbraccio a tutti voi.

  121. Adri & co.

    concordo con quanto scritto e commentato ( avendo in prima persona visto la trasmissione con il “cafone” ) mi sento di segnalare che ci sono, fortunatamente, anche programmi ( it’s Me or the Dog = basta! io o il cane – in onda su Animal Planet alla sera ore 19,30 ) dove quanto insegnatoci dalla “grande” Laura viene evidenziato in modo educativo e corretto.
    ne approfitto per fare oggi( 19/10/2009 ) gli auguri di buon onomastico a lAURA
    ADRI & CO.

  122. Ognuno di noi può fare qualcosa. Basta anche una mail alle istituzioni, alle associazioni… io oggi ho scritto anche a Licia Colò. Si deve fermare questa mina vagante. Se esplode le conseguenze potrebbero essere veramente pesanti per il mondo della cinofilia.

  123. ok, che facciamo… io non l’ho visto ma primo ti credo sulla parola , secondo sta faccia da pirla non promette nulla di buono… grande Laura, GO!

Lascia un commento

I commenti per questo post sono chiusi.